Project

Back to overview

Aristotle on Parts and Wholes

English title Aristotle on Parts and Wholes
Applicant Crivelli Paolo
Number 188831
Funding scheme Project funding (Div. I-III)
Research institution Département de Philosophie Faculté des Lettres Université de Genève
Institution of higher education University of Geneva - GE
Main discipline Philosophy
Start/End 01.11.2019 - 31.10.2023
Approved amount 506'768.00
Show all

All Disciplines (2)

Discipline
Philosophy
Ancient history and Classical studies

Keywords (9)

parts; wholes; ontology; mereology; Aristotle; syllogistic; categories; matter; form

Lay Summary (Italian)

Lead
Motivazione, metodologia e obiettivi della presente ricerca su parti e intero in Aristotele.
Lay summary
Il presente progetto di ricerca, dedicato alla riflessione aristotelica relativa ai concetti di parte e intero, si articola in funzione delle distinzioni tracciate da Aristotele stesso in due capitoli della Metafisica (Δ25 e Δ26). In queste pagine Aristotele contrappone ‘interi universali’, cioè interi tra la cui parti si trovano universali meno estesi (p. es. animale-uomo, albero-cipresso) e (forse) individui (p. es. animale-Fido, uomo-Socrate), e interi integrali, cioè interi tra le cui parti si trovani i pezzi dei quali consistono (p.es. scacchiera-caselle, sillaba-lettere). I due tipi di intero distinti da Aristotele, si connettono a due aree della filosofia aristotelica: la logica e la metafisica. Nel campo della logica, Aristotele usa il rapporto parte-intero per sviluppare alcuni concetti-chiave della sua sillogistica (i rapporti tra i termini dei sillogismi sono trattati come rapporti di una parte a un intero). Anche il concetto di individuo (‘individuum’, ‘cosa non divisibile’) sembra connesso alla riflessione sul rapporto parte-intero in ambito logico. Nella metafisica, il rapporto parte-intero svolge un ruolo centrale nella teorizzazione dei concetti di forma e materia. P. es., le membra di un organismo ne sono le parti e la forma è l’organizzazione in base alla quale esse compongono questo intero. Un difficile problema affrontato da Aristotele è quello dello statuto della forma in quanto organizzazione delle parti: posto che non può essere una delle parti (pena regresso all’infinito), come può la forma essere coerentemente concepita? Il presente progetto di ricerca, che appartiene a una storia della filosofia filosoficamente ispirata, si propone di ricostruire le idee di Aristotele in queste due aree e di valutarle dal punto di vista filosofico.
Direct link to Lay Summary Last update: 30.09.2019

Responsible applicant and co-applicants

Employees

Associated projects

Number Title Start Funding scheme
169145 Division and Classification in Plato and Aristotle 01.11.2016 Project funding (Div. I-III)

Abstract

The concepts of part and whole play important roles in all areas of Aristotle’s philosophy. Aristotle does not simply use these concepts: he also reflects on them, thereby laying the foundations of the discipline that is now known as mereology. The purpose of the present research project is both to reconstruct and assess Aristotle’s conscious reflections on the concepts of part and whole and to trace his use of them in contexts where he does not explicitly thematise them. In pursuing these objectives, philological rigour and philosophical competence and skill will have to go hand in hand. The research is articulated on the basis of the distinctions concerning parts and wholes drawn by Aristotle in his Metaphysics, where the contrast is outlined between universal wholes, namely wholes that are universals among whose parts rank narrower universals (e.g. animal-man), and integral wholes, namely wholes that consist of their parts as components (e.g. body-limbs).
-