Project

Back to overview

Le parole e le cose degli anni Sessanta. Costruzione e studio della concordanza poetica (1960-1965)

Applicant Guffi Carolina
Number 203851
Funding scheme Doc.CH
Research institution
Département d'Italien Université de Fribourg
Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari (DiSLL) Università degli Studi di Padova
Institution of higher education University of Fribourg - FR
Main discipline Romance languages and literature
Start/End 01.09.2021 - 31.08.2025
Approved amount 275'353.00
Show all

Keywords (8)

Poesia; Anni Sessanta ; Concordanza; Italiano ; Novecento; Poesia contemporanea ; Poesia italiana; Contemporaneo

Lay Summary (Italian)

Lead
Wörter und Dinge der sechziger Jahre. Konzeption und Untersuchung der poetischen Konkordanz (1960-1965).Les mots et les choses des années Soixante. Construction et étude de la concordance poétique (1960-1965).Le parole e le cose degli anni Sessanta. Costruzione e studio della concordanza poetica (1960-1965).Words and things of the Sixties. Conception and study of the poetic concordance (1960-1965).
Lay summary

In sintesi

Gli anni Sessanta rappresentano una svolta per la storia della poesia italiana contemporanea. Prima, la poesia era caratterizzata da una generale trascendenza di forma, di linguaggio e di contenuti; a partire dal 1960, nella poesia fanno capolino parole, tematiche e strutture morfo-sintattiche nuove, riconducibili al parlato. Negli anni ’60, la poesia italiana si apre alle forme espressive della lingua d’uso nonché a contenuti quotidiani, entrambi tradizionalmente esclusi dal dominio della lirica.

Soggetto e obiettivo

La ricerca intende chinarsi su un momento storico-letterario cruciale per la poesia italiana contemporanea, inquadrando tale svolta ai suoi albori, mediante la creazione e lo studio di una concordanza digitale.

In primo luogo, dunque, il progetto intende selezionare circa sessanta raccolte poetiche rappresentative per questo periodo storico-letterario; successivamente, le raccolte verranno digitalizzate e caricate su una nuova web application che faciliterà la creazione e la consultazione della concordanza elettronica. Infine, tale concordanza permetterà l’analisi delle analogie e delle differenze – sia lessicali sia più ampiamente ideologiche e tematiche – tra gli autori indicizzati.

Contesto socio-scientifico

La ricerca è innovativa per i suoi metodi, in quanto i principi ermeneutici desumibili da un approccio lessicografico non sono ancora stati applicati a questa stagione poetica, e per il suo intento, in quanto gli anni ’60, momento di comprovata rottura e radicale sperimentazione sul piano stilistico ed estetico (oltre che politico e storico), necessitano ancora di inquadramenti storico-letterari.

Direct link to Lay Summary Last update: 13.07.2021

Responsible applicant and co-applicants

Employees

Abstract

Questo progetto di ricerca si colloca nell’ambito degli studi sulla poesia italiana contemporanea. Più precisamente, si intende promuovere uno studio della produzione in versi degli anni Sessanta, lavorando su due fronti: l’allestimento di una concordanza in formato digitale per le principali raccolte edite tra il 1960 e il 1965 e l’analisi, in sede critica, dei risultati ottenuti con tale strumento.Per mostrare l’importanza di un tale progetto, occorre innanzitutto ricordare che il periodo storico-letterario degli anni ’60 è attualmente oggetto di vivo interesse presso la comunità scientifica, come testimoniano i numerosi lavori che verranno citati; tuttavia, ancora non sono stati allestiti né studi stilistici o lessicali specifici né ricapitolazioni storiografiche. Il progetto vuole dunque rispondere ad un bisogno reale della comunità scientifica. L’obiettivo principale è quello di inquadrare il rapporto tra i poeti degli anni 1960-1965 mediante la costruzione di uno strumento di analisi lessicale: la concordanza, un elenco ordinato dei lemmi contenuti nelle raccolte poetiche principali di questo periodo, con indicazione precisa della funzione grammaticale e dei luoghi testuali in cui essi ricorrono. Un simile intento presuppone due constatazioni fondamentali, che verranno approfondite: l’efficacia della concordanza nell’ambito degli studi letterari e la crucialità del quinquennio 1960-1965 per la storia della letteratura italiana contemporanea. Si intuisce che la metodologia da adottare è duplice: linguistico-informatica e critico-letteraria. In primis, le raccolte vengono digitalizzate ed inserite in un programma di lemmatizzazione e analisi grammaticale delle parole, creato ad hoc da un informatico esperto del settore; si otterrà dunque la concordanza poetica in formato digitale dei libri-chiave dei primi anni Sessanta. Tale spoglio sarà una novità assoluta a livello internazionale e colmerà una grave lacuna per lo studio di testi lirici italiani del secondo Novecento. Successivamente, tale concordanza permetterà l’analisi delle analogie e delle differenze - sia lessicali sia più ampiamente ideologiche e tematiche - tra gli autori indicizzati. La ricerca è innovativa per i suoi metodi, in quanto i principi ermeneutici desumibili da un approccio lessicografico non sono ancora stati applicati a questa stagione poetica, e per il suo intento, in quanto gli anni ’60, momento di comprovata rottura e radicale sperimentazione sul piano stilistico ed estetico (oltre che politico e storico) necessitano ancora di inquadramenti storico-letterari. Si intuisce che la ricerca, dotata di per sé di una propria identità e autonomia, potrebbe essere anche il primo passo verso uno studio del decennio 1960-1970, che potrà essere affrontato e concluso nell’ambito di un post-dottorato.
-