Project

Back to overview

Usi e forme della comunicazione epigrafica nelle Alpi centrali in età romana

English title Uses and forms of epigraphic communication in the central Alps in the Roman age
Applicant Dell'Era Romeo
Number 181712
Funding scheme Doc.CH
Research institution Institut d'Archéologie et des Sciences de l'Antiquité Université de Lausanne
Institution of higher education University of Lausanne - LA
Main discipline Ancient history and Classical studies
Start/End 01.09.2018 - 31.08.2022
Approved amount 246'564.00
Show all

Keywords (5)

Storia romana; Cultura epigrafica; Romanizzazione; Epigrafia latina; Storia delle Alpi

Lay Summary (Italian)

Lead
Le iscrizioni di età romana rinvenute nella porzione centrale dell’arco alpino (sui due versanti) saranno prese in esame sotto vari aspetti contenutistici e formali, con lo scopo di descrivere la cultura epigrafica in cui sono state concepite, individuandone le peculiarità locali oppure le dipendenze dalle regioni circostanti.
Lay summary

In sintesi
Le iscrizioni di età romana rinvenute nella porzione centrale dell’arco alpino (sui due versanti) saranno prese in esame sotto vari aspetti contenutistici e formali, con lo scopo di descrivere la cultura epigrafica in cui sono state concepite, individuandone le peculiarità locali oppure le dipendenze dalle regioni circostanti.

Tema e obiettivi
Le epigrafi, per noi oggi fonte insostituibile di informazioni per la storia antica, erano un importante mezzo di comunicazione in età romana. L’analisi di questo fenomeno è decisiva per meglio comprendere molti aspetti della romanità e della romanizzazione. In Antichità le Alpi separavano l’Italia dalle province, ma erano attraversate da numerose vie di comunicazione: i popoli alpini si trovavano quindi in una situazione unica nel mondo romano. L’obiettivo di questa ricerca è capire se, nell’uso del medium epigrafico in età romana, le popolazioni dei due versanti delle Alpi centrali fossero culturalmente dipendenti dai centri di pianura (in Italia e nelle province) oppure se avessero sviluppato dei propri codici (simili in tutta l’area alpina o specifici delle singole comunità). Le informazioni ricavate dalle iscrizioni e dai loro supporti saranno gestite mediante una banca dati relazionale, tramite la quale potranno essere definite le varie categorie e i vari momenti della comunicazione epigrafica.

Contesto socio-scientifico
In questo progetto si fanno interagire tra loro, per la prima volta su vasta scala, due ambiti di ricerca dinamici e proficui nelle scienze dell’Antichità: cultura epigrafica e storia delle Alpi. Questa ricerca, innovativa nel tema e nei metodi, fornirà numerose prospettive di ricerca e potrebbe diventare un punto di riferimento per future ricerche epigrafiche in area alpina.

Direct link to Lay Summary Last update: 25.08.2018

Responsible applicant and co-applicants

Employees

Abstract

Le epigrafi, per noi oggi fonte insostituibile di informazioni per la storia antica, erano un importante mezzo di comunicazione in età romana. L’analisi di questo fenomeno è decisiva per meglio comprendere molti aspetti della romanità e della romanizzazione. In Antichità le Alpi separavano l’Italia dalle province, ma erano attraversate da numerose vie di comunicazione: i popoli alpini si trovavano quindi in una situazione unica nel mondo romano. In questo progetto si fanno interagire tra loro, per la prima volta su vasta scala, due ambiti di ricerca dinamici e proficui: cultura epigrafica e storia antica delle Alpi. L’obiettivo di questa ricerca è capire se, nell’uso del medium epigrafico in età romana, le popolazioni dei due versanti delle Alpi centrali fossero culturalmente dipendenti dai centri di pianura (in Italia e nelle province) oppure se avessero sviluppato dei propri codici (simili in tutta l’area alpina o specifici delle singole comunità). Le informazioni ricavate dalle iscrizioni e dai loro supporti saranno gestite mediante una banca dati relazionale, tramite la quale potranno essere definite le varie categorie e i vari momenti della comunicazione epigrafica. Questa ricerca, innovativa nel tema e nei metodi, fornirà numerose prospettive di ricerca e potrebbe diventare un punto di riferimento per future ricerche epigrafiche in area alpina.
-