Project

Back to overview

Ekphrasis, l'arte riflessa. Per un'analisi retorica dei testi del Bronzino, dell'Allori, del Bandinelli e di altri maestri fiorentini rinascimentali dedicati ad opere d'arte

English title Ekphrasis. Art at the mirror: A rhetorical analysis of Florentine Renaissance Texts
Applicant Bartuschat Johannes
Number 185426
Funding scheme Project funding (Div. I-III)
Research institution Romanisches Seminar Universität Zürich
Institution of higher education University of Zurich - ZH
Main discipline Romance languages and literature
Start/End 01.10.2019 - 30.09.2022
Approved amount 653'176.00
Show all

Keywords (5)

Bronzino; Rinascimento italiano; Poesia italiana; Relazioni poesia - arti visive; Ecfrasi

Lay Summary (Italian)

Lead
In sintesi Tra i fenonemi culturali più innovativi e significativi del Cinquecento italiano si annovera lo stretto conubio fra poesia e arti figurative. Il progetto di ricerca indaga un particolare aspetto di questo fenomeno analizzando la produzione letteraria di alcuni artisti con una particolare attenzione alle loro descrizioni di opere d’arte.
Lay summary

Oggetto della ricerca

ll progetto prende le mosse dai testi, in versi e in prosa, di quattro artisti rinascimentali importanti: Agnolo Bronzino, il suo allievo Alessandro Allori, Baccio Bandinelli e Raffaello, le cui opere letterarie non sono state, ad oggi, oggetto di una seria edizione critica.

Si procederà:

1. ad approntare un’edizione delle Rime del Bronzino, del Libro dei Ricordi di Alessandro Allori, del Memoriale di Baccio Bandinelli nonché di tutti gli scritti di Raffaello Sanzio disseminati in svariati luoghi, così come dei testi in sua lode scritti da altri artisti o da letterati.

2. ad un’analisi testuale di tutti quei luoghi testuali (sonetti/lettere/ricordi) in cui il singolo artista descrive un’opera d’arte, propria o altrui o in cui le loro opere vengono descritte da colleghi e letterati.

3 alla stesura di una complessiva monografia sulla descrizione d’opere d’arte (ekphrasis) cinquecentesca che include anche scritti di Michelangelo e la Vita del Cellini, nonché un’indagine sulla riflessione teorica sull’ekphrasis sviluppata nello stesso periodo, specialmente nelle lezioni di G. Gelli sue sonetti del Canzoniere di Petrarca dedicati al ritratto di Laura eseguito da Simone Martini.

Obbiettivi e metodo del progetto.

Scopo di questa ricerca è dare espressamente rilievo all’artista-scrittore e adottare il suo punto di vista, vedere con i suoi occhi, ascoltare la sua voce quando dipinge a parole, valuta e identifica un'opera d’arte visiva. Si tratta di capire come si vedeva e si giudicava un’opera d’arte, quale linguaggio si adottava e quali siano i rapporti di questo linguaggio descrittivo con la letteratura dell’epoca.

Direct link to Lay Summary Last update: 17.09.2019

Responsible applicant and co-applicants

Employees

Abstract

Il progetto intende prendere le mosse dai testi, in versi e in prosa, di quattro artistirinascimentali estremamente famosi: Agnolo Bronzino, il suo allievo Alessandro Allori,(detto Bronzino il Giovane), Baccio Bandinelli e Raffaello, le cui opere letterarie nonsono state, ad oggi, oggetto di una seria edizione critica. Si procederà, di conseguenza:1. ad approntare un’edizione filologicamente sorvegliata dei testi delle rime bronzinianetràdite dal codice BNCF, II. IX. 10, oltre che del Libro dei Ricordi di Alessandro Allori(oggi presso l’Archivio di Casa Gerini); del Memoriale di Baccio Bandinelli, codice BNCFPalat. Bandinelli 12; di tutti gli scritti di Raffaello Sanzio disseminati in più codici eluoghi, così come dei sonetti in sua lode scritti da altri artisti o da letterati, qualil’Ariosto, Baldassare Castiglione, Giampaolo Lomazzo.2. ad un’analisi testuale: una volta che sarà predisposta una base di dati su cuilavorare, si passerà all’analisi di tutti quei luoghi testuali (sonetti/lettere/ricordi) in cuiil singolo artista descrive un’opera d’arte, propria o altrui (ekphrasis vera e propria) eviene lodato e/o deriso da colleghi e letterati.3. alla redazione di una monografia: entro i 36 mesi previsti dal progetto, si redigerà unsaggio a più mani sul tema specifico dell’ekphrasis (ossia la descrizione verbale diun'opera d'arte visiva), prendendo in esame, oltre ai testi della cui edizione si occuperàil team, anche alcuni scritti di Michelangelo, per i quali si utilizzerà la recente edizionea cura di Antonio Corsaro e Giorgio Masi, Rime e lettere, Milano, Bompiani, Classicidella letteratura europea, 2016, e la Vita del Cellini, per la quale ci si avvarràdell’edizione a cura di Lorenzo Bellotto, Milano, Guanda, 1996.Presupposti concettuali e metodologici del progetto. Si è deciso di intitolare il progettoEkphrasis: l’arte riflessa, ossia riverberata nei testi coevi del periodo analizzato (ilRinascimento) poetici e non, in un sottile gioco di specchi e di rimandi, poiché ci siripropone di adottare un punto prospettico diverso da quello ormai classico nell’analisidel rapporto eikon-logos che nel Rinascimento, prese spunto (presso l’AccademiaFiorentina) dai due sonetti petrarcheschi LXXVII e LXXVIII del Canzoniere dedicati alritratto di Laura eseguito da Simone Martini. In quel discorso, ormai canonico anche inambito accademico, l’artista (solitamente il pittore) è ridotto a mero punto di incontroo, se si preferisce, di mediazione lirica tra il poeta e l’oggetto rappresentato. Scopo diquesta ricerca è, invece, dare espressamente rilievo all’artista-scrittore e adottare il suopunto di vista, vedere con i suoi occhi, soprattutto ascoltare la sua voce quandodipinge a parole, valuta e identifica un'opera d’arte visiva, in una vera e propriainversione speculare del punto prospettico.
-