Project

Back to overview

Il carteggio Michiel: mecenatismo e musica nell'Italia del Seicento

English title Letters of the Michiel family: musical patronage in 17th-Century Italy
Applicant Zoppelli Luca
Number 146707
Funding scheme Project funding (Div. I-III)
Research institution Musicologie et Histoire du théâtre musical Faculté des Lettres Université de Fribourg
Institution of higher education University of Fribourg - FR
Main discipline Musicology
Start/End 01.03.2014 - 31.08.2016
Approved amount 182'540.00
Show all

Keywords (4)

Venice; Patronage; 17th-Century Opera; Italian baroque music

Lay Summary (Italian)

Lead
Oggetto principale del lavoro di ricerca è un vasto carteggio seicentesco manoscritto, poco conosciuto e in gran parte inedito, conservato presso la Biblioteca del Museo Correr di Venezia (fondo Provenienze Diverse). Tale corrispondenza, intercorsa, fra gli anni Sessanta e Ottanta del Seicento, tra membri della famiglia veneziana dei Michiel e personaggi residenti in altre città italiane, contiene un alto numero di missive inviate a Venezia da compositori, librettisti, intermediari e impresari, in cui musica e teatro sono argomenti ricorrenti.
Lay summary

I Michiel erano una delle famiglie più antiche della Repubblica, dunque una di quelle di maggior prestigio politico-sociale ed economico, ed erano imparentati con i Grimani, proprietari dei più importanti teatri della città, San Giovanni Grisostomo e Santi Giovanni e Paolo. Il carteggio Michiel rappresenta un’occasione unica per avviare, anche per Venezia, lo studio sul mecenatismo musicale delle famiglie patrizie, già da tempo indagato per altri importanti centri italiani (Roma, Firenze, Mantova, Napoli), arricchendo il quadro sul patronage della Serenissima, finora prevalentemente focalizzato sulle istituzioni teatrali ed ecclesiastiche. In secondo luogo, il progetto mira a perfezionare le conoscenze attuali sul sistema musicale ‘nazionale’ come risultato di un’ampia rete di scambi fra centri locali della penisola, prospettiva che solo di recente è stata seriamente intrapresa, con ottimi risultati. In ultima istanza, il lavoro contribuirà ad arricchire le informazioni oggi note sulle attività musicali, private e pubbliche, di Venezia e di altre città italiane, nonché lo stato delle ricerche sulla circolazione di composizioni, autori ed esecutori lungo la penisola.

Direct link to Lay Summary Last update: 11.02.2014

Responsible applicant and co-applicants

Employees

Publications

Publication
Sartorio Antonio
Garavaglia Andrea (2017), Sartorio Antonio, in Bianconi Lorenzo (ed.), Istituto della Enciclopedia italiana, Rome, 400-406.
Pagliardi Giovanni Maria
Garavaglia Andrea (2014), Pagliardi Giovanni Maria, in Bianconi Lorenzo (ed.), Istituto della Enciclopedia italiana, Rome, 306-309.
Pallavicino Carlo
Garavaglia Andrea (2014), Pallavicino Carlo, in Bianconi Lorenzo (ed.), Istituto della Enciclopedia italiana, Rome, 501-506.
Il carteggio Michiel e il mecenatismo musicale italiano del secondo Seicento
Garavaglia Andrea, Il carteggio Michiel e il mecenatismo musicale italiano del secondo Seicento, Libreria Musicale Italiana, Lucca.
Stradella Alessandro
Garavaglia Andrea, Stradella Alessandro, in Bianconi Lorenzo (ed.).

Collaboration

Group / person Country
Types of collaboration
Fondazione Giorgio Cini, Venezia Italy (Europe)
- Research Infrastructure

Scientific events

Active participation

Title Type of contribution Title of article or contribution Date Place Persons involved
«non vi sono versi da poter fare arie»: musiche di Pietro Simone Agostini per la committenza veneziana Talk given at a conference XXIII Convegno annuale della Società Italiana di Musicologia 06.10.2016 Côme , Italy Garavaglia Andrea;
17th Biennial International Conference on Baroque Music Talk given at a conference Venetian Patronage and Italian social network: the letters of Michiel family 14.07.2016 Canterbury, Great Britain and Northern Ireland Garavaglia Andrea;
Studientage zu Alessandro Stradella: neue Kantaten Talk given at a conference Stradella and an operatic project for the Venetian stage 14.03.2014 Bâle, Switzerland Garavaglia Andrea;


Abstract

Fonte d’indagine del progetto è un carteggio manoscritto seicentesco, poco conosciuto, in gran parte inedito, e finora mai studiato in modo sistematico. Tale corrispondenza, intercorsa, fra gli anni Sessanta e Ottanta del Seicento, tra membri della famiglia veneziana dei Michiel e personaggi residenti in altre città italiane, contiene un alto numero di missive inviate a Venezia da compositori, librettisti, intermediari e impresari, in cui musica e teatro sono argomenti ricorrenti. I Michiel erano una delle famiglie più antiche della Repubblica, una di quelle di maggior prestigio politico-sociale ed economico, ed erano imparentati con i Grimani, proprietari dei più importanti teatri della città, San Giovanni Grisostomo e Santi Giovanni e Paolo. Le lettere con riferimenti alla musica sono indirizzate nello specifico ai fratelli Polo e Girolamo Michiel, figli di Marc’Antonio Michiel e Marina Dandolo, e appartengono all’ultimo periodo di floridezza economica del patriziato veneziano, che a partire dal Settecento, eccetto pochi casi, subisce crescenti perdite dovute alle guerre contro i Turchi, alle quali dal 1683 partecipò anche lo stesso Polo.Il carteggio Michiel rappresenta un’occasione unica per avviare, anche per Venezia, lo studio sul mecenatismo musicale delle famiglie patrizie, già da tempo indagato per altri importanti centri italiani (Roma, Firenze, Mantova, Napoli), consentendo innanzi tutto di arricchire il quadro storiografico sul patronage della Serenissima, finora prevalentemente focalizzato sulle istituzioni teatrali ed ecclesiastiche. In secondo luogo, il progetto mira a perfezionare le conoscenze attuali sul sistema musicale ‘nazionale’ come risultato di un’ampia rete di scambi fra centri locali della penisola e soprattutto il ruolo di singoli personaggi dell’aristocrazia nella gestione di questa rete. In ultima istanza, il lavoro contribuirà ad arricchire le informazioni oggi note sulle attività musicali, private e pubbliche, di Venezia e di altre città italiane, nonché lo stato delle ricerche sulla circolazione di composizioni, autori ed esecutori lungo la penisola.
-